Lacrime di Roger

E’ da poco finita la finale degli Australian Open. Ha vinto Rafael Nadal. Dopo le oltre cinque ore della semifinale con Verdasco, lo spagnolo ha corso come nessuno mai su un campo da tennis (neanche Borg) per altre quattro ore e più, vincendo in cinque set la finale contro Roger Federer. Lo svizzero rimpiangerà per molto tempo questa partita e le lacrime in cui si  è sciolto al momento di parlare al pubblico durante la premiazione ne sono la prova nettissima. Primo set perso da 4-2, terzo set con valanghe di palle break non sfruttate, servizio mai così scadente che neanche il nostro Volandri. Lampi di classe che nulla hanno potuto contro lo strapotere fisico  e mentale dello spagnolo. Il quinto set è stato un calvario che l’elvetico, a caccia del record di Sampras nelle vittorie dello Slam, ha cercato di abbreviare in tutti i modi. Non aveva più energie, erano rimaste soltanto le lacrime.

Annunci

3 pensieri su “

  1. l’abbraccio che lo ‘spagnolo’ ha fatto é quanto di più tenero abbia mai visto. Lo ‘scriba’, sotto questo aspetto é stato tombale: ha scritto uno dei suoi più grandi pezzi.

    sono fottuto sino a fine febbraio, poi ci veniamo/vediamo. Ti ho pensato molto quando sono riuscito ad avere l’autografo di Allevi. Sto lavorando per avere quello dell’autore delle campane tubulari.

    ti abbraccio dalla sporgenza del novecento, dove continui a permanere – e pure io.

    emilio/millepiani

  2. L’autografo di All(i)evi…? oddio… di quale oscuro incantesimo sei vittima? quando ci vediamo ascolteremo Angela Hewitt per liberarti…
    a presto!
    and

    sorvolo sullo “spagnolo”…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...