Super Eroi e Super Spettatori

Sarebbe stato molto difficile, per me e per il mio compagno di visioni, percepire il senso profondo e i complessi incroci della sceneggiatura di Hellboy 2: The Golden Army, il nuovo film di Guillermo del Toro. Oscuri intrecci di trame del tipo: i buoni contro i cattivi, il re buono e il principe cattivo che vuole prenderne il trono, il mostro che si innamora della  bella principessa. Fortuna che dietro di noi c’era il Super Spettatore. Ad alta voce, per tutta la durata del film ci ha deliziato con commenti degni di un Mereghetti, fornendo a noi poveri ignoranti perle come: "che manona!… ora scatta la rissa…! e questa chi è?… che botta…! stai a vedere che si innamora della principessa…. E anche (con tempismo perfetto): "qui ci vuole il bacio".  Avremmo voluto ringraziarlo di persona ma ci ha steso col giudizio finale durante i titoli di coda: "l’hanno fatto troppo surreale", ha detto. Illuminante.

Annunci

Spot

In occasione della ristampa di Gelo (Einaudi), primo romanzo di T. Bernhard arricchito da una nuova prefazione di Pier Aldo Rovatti, la rivista Pulp dedica la copertina, alcuni articoli con inediti e una precisa biografia allo "zio" più grande di tutti. Da non perdere la rivista e da comprare o ri-comprare il libro.

Un grande scrittore parla di me

All’estrema superficie ci sono temperamenti, caratteri… un pò più in profondità gli onestuomini hanno macchie di farabuttaggine, grandi momenti di stupidità… ancora un pò più in profondità gli uomini si dissolvono in nullità. E’ la sfera in cui si smette a metà di un’esplosione passionale… si sente che qui non c’è più nulla dell’individuo… (Robert Musil)

Indignato

Questo governo mi ha già deluso: non capisco tutto questo accanimento contro i Nomadi. Gruppi altrettanto pericolosi come i Dik Dik, gli Alunni del Sole e i Camaleonti agiscono indisturbati su tutto il territorio nazionale senza che gli organi di polizia intervengano. Vergogna!

Il genio del porno

A volte il pop produce piccole perle. E’ decisamente il caso del brano Pop Porno del duo electro  "Il Genio". Sentito per caso alla radio (Controradio) durante una delle trasmissioni della mia dj preferita Giustina Terenzi, ne sono rimasto ammaliato. Una voce ossessiva da lolita che neanche quella vera della ditta Nabokov-Kubrick: ammiccante, dolce e perversa che sussurra: "tu sei cattivo con me…" Tappeto di tastiere classicamente vintage e testi geniali per la lucidità con cui descrivono certe scene di vita quotidiana. In fondo a chi non "piace sognare quei tipi di donna un pò porno?"