A caso

Colto da improvviso e devastante temporale mi rifugio in libreria inseguito da almeno due venditori di ombrelli, sei turisti con cappello della fiorentina e una dozzina di americane dotate di orribili ciabatte infradito. Scendo nel sottosuolo della libreria: storia e filosofia, certo di non essere seguito in quell’anfratto oscuro. E’ così. Solo. Il commesso in lontananza si trastulla al computer. Uno sguardo alle ultime uscite: maneggio la recente edizione tascabile di "Essere e tempo". Agile e maneggevole. Per un libro del genere non è poco. Alla copia che già possiedo servirebbe un leggio perenne, tanto è ingombrante. Sfoglio a caso: "Finire non significa necessariamente giungere a compimento. Finire significa prima di tutto cessare". E’ tornato il sole. Compro e porto a casa.

Annunci

Un pensiero su “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...