Wimbledon/4

Il campionato del mondo su erba battuta, come ebbe a definirlo Gianni Clerici anni fa, si sta stringendo attorno agli ultimi protagonisti. Negli ottavi la guerra serbo-croata Ancic-Djokovic ha visto Super Mario prevalere. Il croato ha dovuto usare tutte le sue cannonate di servizio fino al quinto set per vincere. Mr. Federer, non dimenticando che Mario è stato l’ ultimo a batterlo sull’ erba di Wimbledon, oggi non ha avuto pietà e con classe cronografica, anche nel punteggio, (periodico 6-4 6-4 6-4), è approdato alle semifinali. Il mio terzo favorito Hewitt non è più tale. Il più forte giocatore di tutti i tempi dell’isola di Cipro, Marcos Baghdatis, già finalista a sorpresa dell’ Australian open, spinto dal suo popolo che organizza maxi schermi nelle piazze, quando gioca gli slam, ha mandato l’australiano a casa, giocando in modo solido, essenziale, granitico. Diritto e servizio su tutti, grande attitudine a giocare i punti importanti e varietà balistiche che il monocorde Hewitt e ieri l’altro lo scozzese speranzoso Murray non hanno saputo contrastare. Il signor Hingins, alias Radek Stepanek, ottimo giocatore di origine ceca, noto per essere l’attuale degustatore delle gioie di Martina, perde l’occasione di issarsi alle semifinali e dà via libera a Jonas Biorkman che con quel nome fà giocare male un pò tutti. Che anche nel tennis esista la legge del Giona? Intanto è nei primi quattro di Wimbledon a trentaquattro anni. Mi viene da scrivere: chiunque, basta che non siano italiani. Infatti nei quarti troviamo anche un finlandese, Jarko Nieminem, il primo e unico giocatore della storia della Finlandia a giocare i quarti in uno slam. Incredibile battaglia conclusa 9-7 al quinto contro "ti spiezzo in due" Tursunov, un russo naturalizzato americano che ha una sola tattica: picchiare sempre più forte. Quando inizierà a sbagliare meno diventerà molto forte. Il  quarto di finale Nieminiem- Nadal è stato posticipato a domani per le interruzioni dovute alla pioggia che hanno rallentato gli altri incontri. L’infante spagnolo difficilmente si lascerà scappare l’ occasione. La nostra ultima rappresentante Flavia Pennetta si era ben difesa contro Maria Sharapova. Le ottime, perdenti difese, sono la nostra specialità di casa. Justine Henin sembra molto in forma; incontrerà in semi, la connazionale Clijsters che batte quasi sempre, ultimamente. Dall’altra parte, il fantasico tennis di Amelie Mauresmo contro i ruggiti della tigre bionda Sharapova.

Annunci

2 pensieri su “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...